Ti Trovi in Home > News
NEWS

AMBIENTE
Cina, respinto mais contaminato da OGM

Il carico di 54mila tonnellate proveniente dagli Usa sarà rivenduto in Giappone e destinato alla mangimistica
di Nicoletta De Cillis

AMBIENTE<br>Cina, respinto mais contaminato da OGM


AMBIENTE
Cina, respinto mais contaminato da OGM - Versione Stampabile
   

Archivio News

 
03 novembre 2010 - In Cina, navi cargo provenienti dagli Stati Uniti e contenenti 54,000 tonnellate di mais sono state messe in qurantena perché il prodotto è risultato contaminato da un OGM non approvato.
Le analisi effettuate lo scorso Settembre hanno infatti individuato la presenza di un mais transgenico del tipo MON89034 non autorizzato dal Ministero dell'Agricoltura che, sulla base delle norme vigenti, ha deciso di respingere la spedizione. È la prima volta che una simile decisione viene assunta dal dipartimento creato per la supervisione della qualità delle importazioni, nonostante la forte carenza di produzione interna abbia fatto lievitare i prezzi del mais e aumentare le importazioni. Il prodotto era stato acquistato dall’azienda Cofco Ltd attraverso una compagnia di trading giapponese, e adesso, con molta probabilità, sarà venduto in Giappone e destinato agli allevamenti.
La Cina è il secondo consumatore mondiale di mais e quest’anno ne ha acquistato dagli Stati Uniti circa 1.5 milioni di tonnellate, il quantitativo più alto dal 1995, anche per calmierare l’aumento dei prezzi causato dalle speculazioni sui futures. Non si può per ora stabilire fino a che punto la quarantena adottata dal dipartimento avrà ripercussioni sulle relazioni commerciali con gli Stati Uniti, considerato che da tempo la Cina si sforza di limitare l’immissione massiccia di mais transgenico nel paese – benché di recente abbia approvato una varietà di mais OGM - e ad aprire maggiormente alle importazioni dagli Usa.

Per saperne di più:

U.S. Corn Shipment Rejected by China May Go to Japan, Unipac's Chino Says







Ultime News
OGM & RICERCA
Mais GM, ripubblicato lo studio di Séralini


Leggi Tutto »


OGM & NORMATIVA
UE, libertà di decidere sulle semine transgeniche


Leggi Tutto »


OGM & NORMATIVA
Usa, proteste contro la biologia sintetica


Leggi Tutto »


BREVETTI
UE, no al brevetto sul pomodoro


Leggi Tutto »


  Fondazione Diritti Genetici Via Alessandro Torlonia 11 - 00161 - Roma
tel. (0039) 06 86 38 49 41 fax (0039) 06 86 39 13 15 info@fondazionedirittigenetici.org
P.IVA 09465171008
Cod.Fisc. 97429470582
  genet
La Fondazione Diritti Genetici
è membro di Genet
 
facebbok rss feed biotecnologie
Versione Inglese
Versione Spagnola
Versione Portoghese
Versione Araba